Il Garante Privacy fa i conti con il GDPR, il nuovo regolamento Ue sulla Data Protection entrato in vigore dal 25 maggio.

A quasi un anno di distanza dall’entrata in vigore del nuovo regolamento Ue, i reclami e le segnalazioni pervenuti al Garante Privacy in Italia sono state 7.219, con 48.5891 comunicazioni dei dati di contatto dei responsabili della protezione dei dati e 18.557 contatti pervenuti all’Ufficio relazioni con il pubblico (URP) dell’autorità.

 

Un altro dato indicativo riguarda le 946 segnalazioni di Data Breach pervenute al Garante Privacy dal 25 maggio al 31 marzo 2019, che sono un’enormità rispetto al passato. Data Breach che con il nuovo regolamento GDPR vanno segnalati all’Autorità entro 72 ore da parte dei soggetti, imprese o pubbliche amministrazioni, che ne sono state vittima. La conseguenza per l’Autorità è l’apertura di un fascicolo e la necessità di monitorare e verificare in real time l’evolversi della situazione.